Attualità

A proposito di treni e trenini (più o meno storici)

Sulmona, 11 luglio- Scrive l’Associazione sulmonese ‘bicincontriamoci‘  “Recentemente tante cose stanno accadendo intorno alla linea ferroviaria Sulmona-Carpinone. L’aumento dei viaggiatori che scelgono questo tipo di turismo ha fatto da cassa di risonanza scatenando tutto un fermento. L’ente Rete Ferroviaria Italiana si è accorto del valore della storica stazione di Introdacqua e, dopo anni di degrado e di abbandono, sta procedendo ad una ristrutturazione per farla ritornare al suo antico splendore. Il comune di Sulmona ha promesso addirittura di mettere delle navette in occasione dei treni storici per portare i viaggiatori verso il centro  (dimenticando però  clamorosamente tutti gli altri utenti, turisti e no, che devono arrangiarsi come possono). Tutto ciò  – prosegue l’Associazione- non può farci che piacere. Fa piacere sapere finalmente che la Sulmona-Carpinone non è una linea dismessa e che   si siano raggiunti protocolli d’intesa per migliorare il servizio e aumentare l’offerta turistica.
Fa piacere soprattutto perché si riaccende la speranza che la linea possa essere utilizzata non solo dai treni storici e non solo nei weekend e nelle feste comandate, ma tutti i giorni con un regolare servizio per tutti coloro, turisti e semplici cittadini, che vogliano spostarsi in modo alternativo alle auto  per raggiungere i paesi degli Altopiani Maggiori e dell’Alto Sangro. Quello stesso semplice e utile servizio che è stato fatto morire per ragioni oscure nel 2011. E parlando di turismo, senza voler togliere nulla al valore e alle potenzialità di quello sui treni storici, ci chiediamo se  i nostri amministratori abbiano considerato il ritorno economico del “turismo attivo”, che nelle regioni del nord  porta migliaia di persone ad utilizzare i treni per raggiungere le località dove muoversi a piedi, in bicicletta o con gli sci. Treni che svolgono un normale servizio a prezzi normali, e  che nello stesso tempo sono attrezzati per il trasporto delle bici o degli sci. Apriamo gli occhi per favore” (h.9,00)

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.