Sabato, 18 agosto 2018

A Gagliano Aterno XI^ edizione di “Vinincantina e J’entremè


2018/08/07 19:110 comments

 

 

 Gagliano Aterno, 7 agosto– Tutto è pronto a Gagliano Aterno per XI^ edizione di Vinincantina e J’entremè   che si svolgerà venerdì 10, sabato 11, domenica 12 agosto 2018. Come sempre l’evento è caratterizzato da una serie di appuntamenti di rilievo fra i quali la degustazione della secolare portata denominata j’entremè, piatto tipico della cucina Gaglianese, realizzato secondo le millenarie ricette gastronomiche del borgo,

 Lo j’entremè è piatto delle Clarisse del secolare Monastero di Gagliano Aterno, luogo di culto nel quale, le appartenenti, erano per lo più provenienti dal ceto nobiliare e da quelli più abbienti. Il piatto è realizzato con fegatini di agnello in agrodolce, con aggiunta di aceto ed altre spezie. Il centro storico del paese sarà addobbato come sempre in maniera affascinante e suggestiva per un evento che, come sempre, suscita interesse ed attenzione da parte della Società Civile. Si potranno degustare inoltre rinomati vini locali prodotti da famose aziende del settore enologico, salumi, formaggi, ed altro ancora, oltre a poter ammirare sia il borgo medioevale, sia il secolare castello, annoverato fra i più affascinanti ed avvenenti dell’Italia centro meridionale.

 Il periodo storico nel quale si edificheranno i castelli si attesta fra l’X e l’XI secolo, ma se ne costruiranno altri anche nei secoli successivi; per edificarli occorreva la licenza da parte del Sovrano: molti verranno edificati senza quest’ultima la quale giungerà a costruzione ultimata. Nel corso dell’evento vi saranno anche appuntamenti musicali e di intrattenimento, mostre con fotografie d’epoca, prodotti dell’artigianato ed altro ancora, per vivere tre giorni di millenaria, preziosa identità gaglianese. L’evento inizierà venerdì 10 agosto a partire dalle ore 18:00. Gagliano Aterno ha una storia secolare affascinante essendo stata la residenza ufficiale dei Conti di Celano, otre ad avere avuto una posizione di prestigio sia nella Valle Subequana, sia nella Contea di Celano, cui il borgo è appartenuto. Rimembriamo le secolari Porte di San Martino, Porta Campagna, Porta Fontana, purtroppo abbattute nel corso della storia le quali assieme alle altre hanno rappresentato per secoli l’affascinante confine fra il mondo dell’Universitas di Gagliano ed il Regno cui era insita. Molti gli avvenimenti avuti nell’Universitas di Gagliano Aterno ormai entrati di diritto nell’olimpo della storia di tutti i tempi; da ricordarsi inoltre i due assedi avuti nell’Universitas il primo nell’anno 1363 da parte di Antonio Conte di Celano avverso il padre Ruggero II, il secondo avvenuto nell’anno 1461 da parte di Covella Contessa di Celano.

Da ricordare anche che il Feudo, così come altre Universitas, nel corso della storia ha avuto la presenza di notai per la rogazione degli atti notarili. Molte le Chiese secolari all’interno delle quali si custodiscono capolavori d’arte straordinari: le Chiese di San Martino, San Rocco, della Madonna delle Grazie, di San Giovanni Battista, la Cripta di Santa Maria della Misericordia, il Monastero e la Chiesa di Santa Chiara,  la Fontana Medioevale, rappresentano un mosaico straordinario della storia del borgo. Vinincantina è evento legato indissolubilmente alla storia del Feudo ed alle sue tradizioni, usi, costumi, i quali rappresentano un itinerario secolare affascinante, coinvolgente.  (h. 19,00)

 

Andrea Pantaleo

Leave a Reply


Trackbacks