Venerdi, 19 aprile 2019

Regionali: l’Abruzzo che vogliamo costruire


2019/02/02 09:470 comments

-I candidati alla Presidenza per la Regione  hanno scelto Sulmona per un confronto a tutto campo sui grandi temi e sulle strategie necessarie per costruire una nuova Regione. Tutti presenti eccezion fatta per Marsilio (Centrodestra). Una bella occasione promossa e organizzata dal quotidiano “Il Germe” grazie ad una formula snella, vivace, accattivante che ha appassionato i presenti sulle  diverse politiche che si intendono realizzare nella prossima legislatura regionale. E per la prima volta sono emerse anche alcune indicazioni sul ruolo che  potrebbe (o dovrebbe) essere riservato al nostro territorio. Di grande interesse la performance di Oreste Tolone che ne  ha esaltato la storia e l’identità di questa realtà. E poi ovviamente sono emersi pregi e difetti dei singoli protagonisti, esperienze, capacità, passioni e conoscenza  sulle emergenze istituzionali, politiche e sociali  dell’Abruzzo dei giorni nostri-

 

 Sulmona, 2  febbraio-Confronto  a Sulmona, all’interno del Cinema Pacifico, fra i candidati alle elezioni regionali Giovanni Legnini del partito Democratico, Sara Marcozzi del Movimento Cinque Stelle e Stefano Flajani per Casapound. L’evento è stato presentato e condotto dal giornalista Patrizio Iavarone. Molti i temi affrontati dai candidati alla carica di Presidente della Regione Abruzzo dalla cultura, alle problematiche regionali, alla formazione, al futuro della Regione Abruzzo, alle infrastrutture, alla Sanità, ai problemi sociali. Presenza del pubblico consistente per un dibattito attento e di gran interesse. Le elezioni regionali sono fissate alla data del dieci febbraio e la campagna elettorale è entrata nel vivo, con i candidati che si confrontano sui programmi e sui progetti per il rilancio della Regione. La Regione ha avuto decenni di floridezza economica che ne hanno fatto una delle più ricche d’Italia.

Oggi l’avvento del mercato globale e della globalizzazione hanno aperto nuove realtà, nuove sfide; l’Abruzzo deve essere protagonista anche in questa nuova era. Nel corso del dibattito non sono mancati anche momenti musicali e di recitazione. La Regione Abruzzo come ben si sa viaggia a due velocità, con una costa che corre di più e l’interno della regione che rallenta e, in alcuni territori, si ha una recessione economica notevole. La sfida delle aree interne è notevole anche per raggiungere un’equilibro in tutto il territorio regionale. I tre candidati si sono confrontati ed hanno discusso i loro programmi  ed hanno analizzato i vari punti per governare la regione nei prossimi cinque anni, La Regione Abruzzo vanta un passato glorioso, una storia autorevole, ed in futuro la nostra Regione dovrà tornare ad essere protagonista nelle nuove sfide dettate dalla nuova economia globalizzata, avendo il giusto ruolo che le compete. Insomma una bella occasione di confronto che ha evidenziato le qualità, le attenzioni e  disponibilità dei candidati Presidenti a costruire un modello di Regione nuova, più competitiva  capace di affrontare le tante sfide che sono dietro l’angolo. (h.9,30)

 

Andrea Pantaleo

Leave a Reply


Trackbacks