Lunedi, 24 settembre 2018

25 aprile: Cgil, sia giorno di impegno per gli abruzzesi che credono nell’antifascismo


2018/04/24 12:160 comments

 

Pescara, 24 aprile. “La Democrazia italiana è figlia della Resistenza e della Liberazione; è figlia della Costituzione. Nel delicato contesto nazionale e internazionale il 25 aprile deve essere una giornata di impegno e di iniziative per rafforzare i valori dell’antifascismo, della Costituzione repubblicana e della pace”. Lo afferma il segretario della Cgil Abruzzo, Sandro Del Fattore, alla vigilia del 73/esimo anniversario della Festa di Liberazione. Numerose, sul territorio regionale, le iniziative a cui, come ogni anno, la Cgil prenderà parte. Riprendendo lo slogan della manifestazione nazionale prevista a Milano, Del Fattore afferma:“Mai più fascismi, mai più razzismi”, perché è necessario“cambiare il Paese nel solco dell’antifascismo e della Costituzione”.

 “Il 25 aprile – dice il segretario– sia, per tutti, un’occasione per riflettere sulla Liberazione dal nazifascismo, sulla riconquista della libertà e della democrazia in Italia e sul valore della Costituzione. In questa giornata deve essere forte il richiamo a contrastare la pericolosa deriva razzista, xenofoba, antisemita e il risorgere di movimenti neofascisti e neonazisti, che sta attraversando l’Italia e l’Europa. È indispensabile, quindi, rilanciare con fermezza e unitariamente, nei piccoli centri, nelle città, a livello regionale e ovunque nel Paese, i valori della solidarietà, della tolleranza, della pace richiamati nella nostra Carta Costituzionale nata dalla Resistenza”.

 Anche quest’anno la Cgil regionale e i sindacati provinciali prenderanno parte alle diverse iniziative e celebrazioni promosse nei vari centri abruzzesi. Cerimonie sono previste ovunque, da Pescara a Teramo, da L’Aquila a Chieti. Tra gli eventi più importanti che vedranno la presenza della Cgil c’è quello organizzato a Taranta Peligna dove il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, renderà omaggio al Sacrario della Brigata Maiella. Il capo dello Stato successivamente si recherà al castello di Casoli dove si costituì la Brigata Maiella.(h. 12,00)

Leave a Reply


Trackbacks