Cultura

12 Settembre 1943,Campo 78-La fuga-Un museo librario

Sulmona, 12 settembre– In questi anni il progetto di aprire il campo per visite turistiche è stato estremamente ridotto e inconsistente. Il passaggio di proprietà dall’esercito al comune resta complesso. In realtà’ solo due baracche sarebbero utiliper evidenziarne la storia, sempre che restino tali, con i graffiti, nonostante la struttura pericolante.
Fortunatamente, in questi ultimi 30 anni, dopo l’arrivo a Sulmona di Mr.Keyth Killby, sono state reperite e tradotte numerose opere autobiografiche dei prigionieri alleati che risiedevano nel campo.

Per questo si era creata una iniziativa spontanea di ricerca storica, nata al Liceo Scientifico di Sulmona e proseguita dall’associazione culturale “Il Sentiero della Libertà/Freedom trail”, con la collana “E si divisero il pane che non c’era”, titolo del libro pubblicato nel 1995, con l’obiettivo di sostenere e incoraggiare una specie di museo librario per recuperare, conservare e incrementare le fonti della memoria.

Dopo il primo libro, accolto con entusiasmo e particolare attenzione da personalità come  il Presidente della Repubblica Italiana, Carlo Azeglio Ciampi, e l’ambasciatore britannico Richardson, sono stati pubblicati finora 9 volumi:

– J.E. Fox, “Spaghetti e filo spinato“, Qualevita,1999;
– Liceo scientifico statale Fermi di Sulmona, “Il Sentiero della Libertà, un tratto di strada

con Carlo Azeglio Ciampi“, Qualevita , 2001;
D.Jones, “Fuga da Sulmona“, Qualevita 2002;
– Liceo scientifico statale Fermi di Sulmona, “Il sentiero della libertà, un libro della memoria

con Carlo Azeglio Ciampi“, Laterza, 2003;
-W. Simpson, “La guerra in casa 1943-1944, la resistenza umanitaria dall’Abruzzo al Vaticano“,

Qualevita, 2004;
S. Derry, “Linea di fuga 1943-1944“, Qualevita, 2011;
J. Verney, “Un pranzo di erbe“, Qualevita 2014;
M.R. La Morgia – M. Setta, “Terra di liberta’ “, Tracce, 2014;
J. Leeming, “Sempre domani“, Qualevita, 2018;

The Sulmona Sun, quaderno scritto e disegnato dai prigionieri all’interno del Campo per le notizie sulla guerra, le informazioni, i risultati delle gare tra loro. Quaderno rilasciato, dopo l’8 settembre 1943, ad alcuni giovani italiani abitanti nella frazione di Fonte d’Amore e conservato dalla maestra Maria Del Signore.
A conclusione di queste informazioni, a nome e per conto dell’associazione “Il Sentiero della Libertà/Freedom Trail” ”, con l’approvazione della Presidente,Dott.ssa Maria Rosaria La Morgia, gli addetti dell’Associazione Mario Setta, storico e consigliere e Franca Del Monaco, responsabile editoriale, consegnano in omaggio lo stock dei libri citati ai signori Carmine Di Benedetto e Gaetano D’Amato, responsabili dell’associazione “Volontari delle frazioni” e “Consiglio fondazione Morrone” per mantenerli nella loro sede e metterli a disposizione di insegnanti, studenti, ricercatori.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.